Iscriviti alla newsletter

lunedì 21 novembre 2016

Incontro nella sala consiliare sul No al referendum

#IOVOTONO
Nella sala consiliare del comune di Castrovillari si è svolto un incontro pubblico, promosso da MeetUp “Castrovillari a 5 stelle”, a sostegno del NO al prossimo appuntamento referendario del 4 dicembre 2016. Il netto dissenso riguardo la riforma costituzionale, ha dato vita a molti tour ed eventi a sostegno del No in tutta la penisola, al fine di spiegare gli aspetti nascosti e più inquietanti di una riforma imposta e disegnata da una maggioranza ad uso e consumo di lobby e poteri sovrastatali, che hanno come unico fine quello di azzerare, ai minimi termini, la partecipazione che il cittadino ha nei processi decisionali del Paese.

All'incontro sono intervenuti come relatori: l'ex Sindaco della città di Castrovillari l'avv. Gianni Grisolia, il vicepresidente ISDE il dott. Ferdinando Laghi, l'avv. Francesco Forciniti attivista di Corigliano Calabro, Pietro D'Agostino attivista del MeetUp di Castrovillari. L'incontro è stato introdotto e moderato da Valentina Pastena, studentessa in giurisprudenza e attivista del MeetUp di Lungro, che ha condotto gli interventi dei relatori, toccando i temi chiave di questa tornata referendaria, mettendo in guardia, come l'avvocato Forciniti, “dai pericoli di un uomo solo al comando” e dal pericolo che la deriva autoritaria, celata dietro la riforma, possa portare. Il processo costituente italiano, ripercorso dall'ex Sindaco Grisolia, che ci ha portato a decenni di democrazia, non può esser messo in discussione da una parte politica che cerca di imporre una riforma cosi radicale a colpi di maggioranza, che demolisce inoltre, i sistemi di contrappesi che sono a garanzia della democrazia. Il peggioramento complessivo del processo legislativo ed istituzionale, nel caso passasse il SI, il tema dell'intervento del dott. Laghi, che ha approfondito le aggressioni ai territori che le ultime leggi hanno portato descrivendo la continuità accompagna questo processo riformatorio. I problemi democratici che accompagnano la riforma e le menzogne mediatiche dei sostenitori del Governo sono state al centro dell'intervento dell'esponente del MeetUp di Castrovillari D'Agostino. Una pessima riforma sotto ogni punto di vista che NON riduce i costi delle istituzioni e della politica, NON semplifica il processo legislativo, NON garantisce la tenuta della democrazia, pasticcia il Senato non eletto da nessuno ma al servizio del governo di turno e mira a togliere dalle mani del cittadino quei poteri che la costituzione garantisce.


Nessun commento:

Posta un commento