Iscriviti alla newsletter

lunedì 21 maggio 2018

Questo pomeriggio il MeetUp in radio

Questo pomeriggio alle ore 16:05 saremo ospiti della trasmissione di Kontatto radio "il comune alla radio".
Seguiteci, Luca Delle Cave, Valentina  Pastena, Annarita Bifano attivisti del Meetup Castrovillari a 5 stelle.

In diretta su Kontatto Radio fm 97.700

DIRETTA FACEBOOK pagina Kontatto radio pollino

SMS E WASHAPPS 348 38 83 963

Live www.kontattoradio.it


giovedì 17 maggio 2018

Domenica 20 maggio, banchetto informativo sul contratto nazionale di governo

Domenica 20 maggio 2018 dalle ore 10:00 alle ore 13:00 e dalle ore 18:00 alle ore 21:00 in via Roma troverete il banchetto degli attivisti che hanno raccolto l'invito nazionale di Luigi Di Maio ad illustrare ai cittadini il contratto di governo che si apprestano a firmare il MoVimento 5 Stelle e la Lega.
Gli attivisti inoltre informano che presso i banchetti sarà possibile firmare ancora la raccolta per l'abbattimento delle barriere architettoniche PEBA.
Vi invitiamo a partecipare

giovedì 10 maggio 2018

Meetup, gli appuntamenti del fine settimana con i parlamentari in piazza


Continuano gli impegni in piazza per Il meetup "Castrovillari a 5 stelle", dopo gli appuntamenti dello scorso fine settimana si ritorna in piazza per la raccolta delle firme per il PEBA ( piano per l'eliminazione delle barriere architettoniche) e per la raccolta dei questionari sui disservizi sanitari. Gli appuntamenti di questo fine settimana saranno presieduti anche dai parlamentari Francesco forciniti, Elisa scutellà, Francesco Sapia e dalla Senatrice Rosa Abate del movimento 5 stelle, gli stessi parlamentari interverranno anche alla trasmissione radiofonica di Kontatto Radio Pollino dalle ore 10:00 alle ore 11:00 di sabato 12 maggio. 

Gli appuntamenti sono per sabato 12 Maggio dalle ore 9:30 in Piazza Municipio, troverete gli attivisti di Castrovillari con il banchetto per la raccolta delle firme al quale parteciperanno i portavoce in Parlamento pentastellati, sabato pomeriggio si continua alle ore 18:00 in via Roma per concludere poi domenica pomeriggio sempre dalle ore 18:00 in via Roma.

Dopo il grande interessamento e la proficua raccolta della scorsa settimana gli attivisti invitano sempre tutta la cittadinanza a partecipare ed apporre la propria firma in una battaglia di civiltà che si chiama abbattimento delle barriere architettoniche

Meetup Castrovillari a 5 stelle

giovedì 3 maggio 2018

BARRIERE ARCHITETTONICHE E DISSERVIZI SANITARI. APPUNTAMENTI IN PIAZZA DEL MEETUP CASTROVILLARI A 5 STELLE


Gli attivisti del MeetUp "Castrovillari a 5 stelle" informano ed invitano i cittadini ai prossimi appuntamenti in piazza del gruppo.
In particolare nelle giornate di Sabato 5 e Domenica 6 troverete banchetti informativi dove potrete firmare la petizione che gli attivisti stanno preparando al fine di sollecitare l'amministrazione ad aderire alla normativa vigente in materia di Barriere Architettoniche, in particolar modo ad adottare il cosiddetto PEBA ( piano eliminazione barriere architettoniche) che l'Italia e l'Europa impongono ai comuni, al fine di rendere la città vivibile da tutti, in particolar modo da cittadini con disabilitá e non solo. Una città fruibile ed alla portata di tutti.
Inoltre presso i banchetti sarà possibile ancora compilare il modulo per la raccolta dei disservizi sanitari, raccolta iniziata giorno 21 Aprile in occasione della manifestazione e visita all'ospedale "Ferrari" dei portavoce del movimento 5 stelle.
Ricordiamo gli appuntamenti che daranno Sabato 5 dalle ore 18:00 su piazza municipio, Domenica 6 dalle ore 10:00 all'area mercatale e sempre Domenica 6 dalle ore 18:00 in piazza municipio.
Partecipare in maniera attiva ai bisogni ed ai problemi di una città è un diritto ma sopratutto un dovere civico.
#PartecipaScegliCambia

MeetUp Castrovillari a 5 stelle

domenica 22 aprile 2018

I risultati ottenuti dalla manifestazione in difesa della sanità

Sabato 21 aprile è stata una giornata sulla quale si è cercati di matenere alta l'attenzione sul problema sanità che da anni affligge ormai il nostro territorio.
Una giornata organizzata dal MeetUp 'Castrovillari a 5 stelle' ma con invito esteso a tutti i cittadini che hanno a cuore le sorti di un polo sanitario essenziale per l'intero territorio, una manifestazione supportata dai parlamentari calabresi Francesco Forciniti, Francesco Sapia, Massimo Misiti, Elisa Scutellá e Rosa Silvana Abate che sono intervenuti al corteo ed hanno tutti espresso la loro preoccupazione per la "contrazione dei servizi dovuti alla riduzione dei team sanitari di molte specialità a causa dei pensionamenti del personale che non viene più sostituito, se non in minima parte, da oltre 8 anni." Tutto ciò ha comportato la chiusura di alcuni servizi, come l’ortopedia e la riduzione di altri, come la chirurgia che corre adesso gli stessi rischi. Per prestazioni che venivano prima garantite, i cittadini del territorio devono ricorrere ora alle cure di ospedali di altri territori o di altre regioni. Per chi non ha la possibilità di andare fuori, invece, spesso la prospettiva è la rinuncia alle cure.
Dopo l’agorà, si è tenuto un incontro con il direttore dell’ospedale, dott. Domenico Filomia, e con alcuni tecnici  dell’ASP ai quali è stato chiesto quali possano essere i tempi necessari per la soluzione dei problemi.
Nessuno può oggi dire quando sarà possibile disporre delle figure necessarie a rivitalizzare i servizi chiusi e quelli carenti poiché la soluzione di tali problemi è attualmente nelle mani della struttura commissariale regionale vincolata al Piano di rientro. Problema questo che inquieta molto in quanto c’è il grave rischio che i tempi necessari a mettere in atto le soluzioni siano più lunghi del periodo di resistenza della struttura, con danni concreti alla possibilità di tutelare il diritto alla salute.
Si è parlato, inoltre, di alcune questioni strutturali, quali la camera calda del Pronto Soccorso, il reparto di ortopedia e, soprattutto, delle nuove sale operatorie, inaugurate sei anni fa e mai entrate in funzione.
La causa, hanno spiegato gli ingegneri dell’ASP, risiede in una complicata vicenda contabile-amministrativa che si sta cercando in tutti i modi di risolvere in questi giorni.
I parlamentari hanno chiesto ai tecnici dell’azienda garanzie sui tempi di risoluzione dei problemi tecnici, mentre tutti hanno evidenziato la necessità di porre a livello centrale il problema della morsa del piano di rientro che appare la minaccia principale alla sanità locale perché antepone la salvaguardia dei conti pubblici alla tutela del diritto alla salute. Significativo l’ultimo intervento della senatrice Abate che ha evidenziato la mancanza di un’adeguata programmazione in tutta la sanità calabrese, con interventi non organici e frammentari, tali da far prevedere un’implosione dell’intero sistema sanitario pubblico della Calabria, in modo da lasciare come unico punto di riferimento le strutture private e favorire il passaggio a una sanità non più pubblica, come fosse una soluzione obbligata. Una scelta compiuta non si sa da chi, ma all’insaputa dei cittadini e sulla loro pelle.
Due date sono state fissate nel corso della riunione nelle quali si potranno avere risultati concreti, entro 2 mesi si riuscirà ad avere il resoconto dei lavori necessari all'apertura delle nuove sale operatorie e cosa importante il termine dei lavori di ristrutturazione del reparto di Ortopedia.
Su queste promesse i portavoce m5s si sono impegnati a vigilare ribadendo di "volere una sanità che funzioni, è finita l'era delle inaugurazioni elettorali".
La giornata è poi continuata negli studi delle 2 radio locali dove il Deputato Massimo Misiti ha spiegato i risultati ottenuti nell'incontro con i vertici del "Ferrari", terminando poi con un agorà tenuta dagli attivisti in piazza municipio.
Il MeetUp ringrazia quanti intervenuti all'evento confidando in una partecipazione cittadina maggiore che la piazza torni ad essere la cassa di risonanza per rivendicare i nostri diritti.
Gli attivisti ringraziano inoltre gli attivisti dei paesi limitrofi, le associazioni operanti nell' ospedale, i rappresentati di tutte le forze politiche che hanno raccolto il nostro invito alla difesa del diritto alla salute.

venerdì 20 aprile 2018

Il MeetUp chiama tutto il Pollino in piazza, la salute bene primario.

Il MeetUp "Castrovillari a 5 stelle", a poche ore dalla manifestazione di Sabato, chiama a raccolta tutto il Pollino in una battaglia al di sopra di ogni colore o credo politico.

La salute appartiene a tutto il territorio a prescindere dal credo politico o bandiera, e tutto il territorio è chiamato, ancora una volta a far sentire la propria voce.

I liberi cittadini, le associazioni che da sempre lottano per il medesimo diritto, le forze politiche di ogni ideologia, i cittadini dell'hinterland, tutti sono chiamati in piazza per ribadire che il Pollino non può più piegarsi a poteri ed interessi che non rispecchiano le reali esigenze della popolazione.

Appuntamento per domani, Sabato 21 aprile in piazza municipio ore 10:00.

MeetUp Castrovillari a 5 stelle

lunedì 16 aprile 2018

MANIFESTAZIONE PUBBLICA IN DIFESA DEL DIRITTO ALLA SALUTE




Si svolgerà a Castrovillari, Sabato 21 Aprile 2018, una manifestazione
in difesa dell'articolo 32 della Costituzione, una manifestazione in
difesa del diritto alla salute troppe volte piegato agli interessi di
pochi in questa nostra regione.
Il
corteo, organizzato dal MeetUp Castrovillari a 5 stelle, partirà da
piazza Municipio alle ore 10:00 e vedrà la partecipazione dei
Parlamentari del Movimento 5 stelle Francesco Sapia, Francesco
Forciniti, Elisa Scutellà e Rosa Silvana Abate, muovendo su via Roma
fino all'ospedale Ferrari di Castrovillari.
Tutti
i cittadini del Pollino devono sentirsi in dovere di partecipare alla
manifestazione poiché il diritto alla salute non ha colore politico
e territorialità, ma appartiene a tutti noi indistintamente.
Presso
il Nosocomio cittadino si svolgerà poi un Agorà pubblica con tutti
i cittadini e le associazioni, dove si chiederanno spiegazioni ed
azioni concrete per risolvere i tanti problemi che riguardano lo
Spoke di Castrovillari, che ad oggi non vede ancora attivi i servizi
essenziali previsti dalla normativa regionale.
Nel
pomeriggio poi è previsto l'intervento del portavoce alla Camera dei
Deputati Massimo Misiti alle ore 16:00 su Kontatto Radio, lo stesso
Dott. Misiti parteciperà, al termine della trasmissione, al
banchetto in piazza municipio per incontrare i cittadini di
Castrovillari.
La
salute è un diritto fondamentale, sancito e tutelato dalla
Costituzione, non può e non deve essere soggetto a giochi di potere,
a profitti economici ed a logiche politiche.
Gli
attivisti di Castrovillari invitano tutti i cittadini indistintamente
a partecipare ed a difendere i diritti di tutti noi.

Castrovillari
16/4/2018
Meetup
CASTROVILLARI A 5 STELLE

martedì 27 marzo 2018

Sanità, basta rassicurazioni è tempo di agire

Anche il meetup "Castrovillari a 5 stelle presente ad un consiglio comunale di oltre 4 ore su un tema che avrebbe meritato anni!!!
altro che ore.
E per anni si intendono quelli passati, quelli in cui vi era il sentore di una situazione pronta a degenerare ma, vuoi la superficialità politica, vuoi per inerzia, si è atteso fino a questo momento.
Il momento in cui l'ospedale è al collasso, in diversi reparti i pochi medici rimasti sono ridotti allo stremo, si parla di chiusura entro l'anno e la popolazione è pressoché abbandonata a se stessa.
Numerosi gli interventi, nel corso della serata, da parte dei cittadini, rappresentanti dei sindacati, delle associazioni, delle opposizioni e pochi sindaci del circondario, solo tre.
Per la precisione i sindaci di Morano Calabro, Frascineto e Firmo.
Un dato alquanto indicativo, francamente ci si aspetterebbe una partecipazione maggiore da parte dei sindaci dei paesi vicino in quanto lo Spoke di Castrovillari costituisce un punto di riferimento per i cittadini dell'intero territorio. Entrando nel merito della serata il primo ad intervenire è stato il direttore del distretto Esaro-Pollino, dottor Francesco Di Leone, delegato del commissario Scura.
Fioccano le rassicurazioni ed ascoltando il dottor Di Leone non avremmo nulla di cui preoccuparci . La verità è che le rassicurazioni inquietano ancor di più.
I tentativi di tranquillizzare la popolazione affinché quest'ultima non insorga lasciano il tempo che trovano e la preoccupazione cresce. La condizione di assoluta criticità in cui Verte l'ospedale di Castrovillari, che poi è riflesso nella condizione in cui verte la sanità calabrese, tutta, è indubbiamente frutto del cinismo e dell'opportunismo della malapolitica .
Cinismo verso i cittadini, opportunismo per tutte le volte che il politico di turno si è servito dell' emergenza o dell'assegnazione di eventuali posti di lavoro per foraggiare la propria campagna elettorale, o per farsi propaganda, ricordando l'annuncio pagliacciata del presidente Oliverio che promise di andare a Roma ad incatenarsi come forma di protesta.
Ovviamente la vicenda si concluse in un nulla di fatto, evidentemente per il governatore Oliverio la salute dei cittadini non rappresenta una priorità.
Sabato sera abbiamo assistito all'ennesima adunanza che può definirsi in due modi a seconda dei risvolti pratici:
- sarà un evento che l'amministrazione userà per scagionarsi dalle eventuali accuse di disinteresse, quindi un modo per dire di aver dimostrato interesse verso la questione
- oppure sarà l'inizio di una presa di posizione concreta e proficua in questo senso, solo il tempo potrà aiutarci a comprendere.
C'è da dire che, dopo tutto questo gran parlare, un concetto emerge chiaro ed inequivocabile: "Non possono privarci di un diritto costituzionale, il diritto alla salute.
Difenderemo con forza con l'ospedale di Castrovillari e con esso i nostri diritti inalienabili. È dovere della politica locale intraprendere ogni iniziativa possibile affinché venga tutelata la salute dei cittadini e sará dovere di tutti noi far fronte comune in una lotta che non conosce divisioni partitiche."

Valentina Pastena

venerdì 23 marzo 2018

Consiglio comunale aperto sul tema sanità

Alla luce delle ultime improduttive riunioni tra Sindaco e vertici dell'ASP provinciale è stato indetto un consiglio comunale aperto per informare i cittadini dello stato delle cose nonché programmare azioni di protesta a livello cittadino nei confronti di chi usa la sanità a fini politici e personali.
Noi ci saremo per valutare lo stato delle cose e di certo non mancheremo alle azioni di protesta che si programmeranno in difesa di un bene primario come la sanità.
Appuntamento alle ore 17:30 in sala consiliare.

martedì 13 marzo 2018

SALA CONSILIARE PIENA PER MASSIMO MISITI. "SARÒ PRESENZA COSTANTE DI QUESTO TERRITORIO"

Comunicato stampa 12/3/18

Una sala consiliare gremita ha accolto Il neo deputato Massimo Misiti , nella prima tappa post-elezioni che lo ha visto partire proprio da Castrovillari .

Il candidato pentastellato eletto nel collegio uninominale Castrovillari Paola ha voluto ringraziare personalmente i castrovillaresi per la fiducia che hanno riposto in lui e nel Movimento 5 Stelle.

"Un risultato storico che può essere contraccambiato soltanto con una presenza costante di noi portavoce sul territorio , creando quel filo diretto con il Parlamento che riavvicini la gente alla buona politica".

"Vedere la gente interessata alle nostre proposte e partecipare a questi incontri pubblici è già di per sè una vittoria , che bisogna coltivare e trasformare in energia per risolvere i problemi di questo territorio"

L'incontro pubblico moderato dagli attivisti del meetup "Castrovillari a 5 stelle" ha avuto come temi, oltre ai ringraziamenti post elezioni, le lotte che ci saranno da affrontare in tema nazionale e locale con un'attenzione particolare alla questione sanità.

Gli attivisti del meetup hanno colto l'occasione per invitare tutti i cittadini che hanno a cuore le sorti ed i problemi di questa città ad avvicinarsi al meetup come assemblea pubblica di cittadini interessati alle sorti del proprio territorio e dei propri cari.

Gli attivisti ringraziano l'amministrazione comunale per la disponibilità a far svolgere l'evento E ringraziano gli attivisti di Altomonte, Morano Calabro e Lungro per il supporto e la partecipazione alle iniziative.

MeetUp CASTROVILLARI A 5 STELLE

lunedì 12 marzo 2018

Massimo Misiti a Castrovillari

È stato ospite della sala consiliare del comune di Castrovillari , il neo eletto deputato Massimo Misiti, eletto nel collegio uninominale di Castrovillari paola. Gli attivisti del meetup hanno voluto così ringraziare la città, anche per volontà dello stesso Misiti, per aver raggiunto questo storico risultato . Adesso l'invito dei ragazzi del meetup a tutti Castrovillari è quello di invitare tutti i cittadini alla partecipazione ed alla vita politica sottolineando che solo la partecipazione Attiva dei cittadini può cambiare le sorti della nazione così come di questa città.
Gli attivisti invitano pertanto a partecipare alle attività del Meetup.

domenica 8 gennaio 2017

Ospiti a Kontatto Radio, Lunedi 9

Informiamo che saremo presenti alla trasmissione di Kontatto radio " il Comune alla radio".
Lunedì 9 gennaio dalle ore 16:05 interverrà in rappresentanza del Meetup "Castrovillari a 5 Stelle" l'attivista Luca Delle Cave.
Invitiamo tutti a seguirci sui 97.7 FM o in diretta streaming su Facebook nelle pagine di Kontatto radio o in streaming audio su www.kontattoradio.it

lunedì 21 novembre 2016

Incontro nella sala consiliare sul No al referendum

#IOVOTONO
Nella sala consiliare del comune di Castrovillari si è svolto un incontro pubblico, promosso da MeetUp “Castrovillari a 5 stelle”, a sostegno del NO al prossimo appuntamento referendario del 4 dicembre 2016. Il netto dissenso riguardo la riforma costituzionale, ha dato vita a molti tour ed eventi a sostegno del No in tutta la penisola, al fine di spiegare gli aspetti nascosti e più inquietanti di una riforma imposta e disegnata da una maggioranza ad uso e consumo di lobby e poteri sovrastatali, che hanno come unico fine quello di azzerare, ai minimi termini, la partecipazione che il cittadino ha nei processi decisionali del Paese.

All'incontro sono intervenuti come relatori: l'ex Sindaco della città di Castrovillari l'avv. Gianni Grisolia, il vicepresidente ISDE il dott. Ferdinando Laghi, l'avv. Francesco Forciniti attivista di Corigliano Calabro, Pietro D'Agostino attivista del MeetUp di Castrovillari. L'incontro è stato introdotto e moderato da Valentina Pastena, studentessa in giurisprudenza e attivista del MeetUp di Lungro, che ha condotto gli interventi dei relatori, toccando i temi chiave di questa tornata referendaria, mettendo in guardia, come l'avvocato Forciniti, “dai pericoli di un uomo solo al comando” e dal pericolo che la deriva autoritaria, celata dietro la riforma, possa portare. Il processo costituente italiano, ripercorso dall'ex Sindaco Grisolia, che ci ha portato a decenni di democrazia, non può esser messo in discussione da una parte politica che cerca di imporre una riforma cosi radicale a colpi di maggioranza, che demolisce inoltre, i sistemi di contrappesi che sono a garanzia della democrazia. Il peggioramento complessivo del processo legislativo ed istituzionale, nel caso passasse il SI, il tema dell'intervento del dott. Laghi, che ha approfondito le aggressioni ai territori che le ultime leggi hanno portato descrivendo la continuità accompagna questo processo riformatorio. I problemi democratici che accompagnano la riforma e le menzogne mediatiche dei sostenitori del Governo sono state al centro dell'intervento dell'esponente del MeetUp di Castrovillari D'Agostino. Una pessima riforma sotto ogni punto di vista che NON riduce i costi delle istituzioni e della politica, NON semplifica il processo legislativo, NON garantisce la tenuta della democrazia, pasticcia il Senato non eletto da nessuno ma al servizio del governo di turno e mira a togliere dalle mani del cittadino quei poteri che la costituzione garantisce.


lunedì 14 novembre 2016

Incontro con i cittadini, il Meetup "Castrovillari a 5 stelle" per il NO al referendum

#IOVOTONO
Il MeetUp "Castrovillari a 5 stelle" organizza un incontro pubblico sul Referendum Costituzionale in programma per domenica 4 dicembre.
Domenica 20 Novembre, alle ore 18:00,  nella sala consiliare di Palazzo di città, gli attivisti di Castrovillari invitano tutta la cittadinanza a partecipare al dibattito pubblico per spiegare le ragioni e l'importanza del NO a questa riforma che promette quello che in realtà non realizza, essa NON Riduce i costi della politica, NON migliora la qualità dell' iter legislativo ma "scippa" in modo plateale la sovranità dalle mani del popolo.
Interverranno all'evento l'avv. Francesco Forciniti avvocato ed attivista del Meetup di Corigliano Calabro, l'avv. Gianni Grisolia avvocato ed ex Sindaco di Castrovillari, il dott. Ferdinando Laghi vicepresidente nazionale ISDE, e Pietro D'Agostino attivista del Meetup di Castrovillari, introduce l'incontro Valentina Pastena studentessa in giurisprudenza ed attivista del meetup di Lungro.
Una riforma pasticciata e confusa con una preoccupante deriva autoritaria, non può essere proposta come il cambiamento.
Troverete, inoltre, gli attivisti del Meetup In piazza municipio Domenica 20 Novembre per tutte le informazioni sul referendum e sull'incontro in Sala Consiliare.
L'appuntamento è per tutti i cittadini alla ore 18:00 Domenica 20 Novembre. #IOVOTONO



venerdì 30 settembre 2016

Vi aspettiamo in piazza domenica, tutti uniti per il NO al referendum.

Il meetup "Castrovillari a 5 stelle" sulla scia del tour "Costituzione coast to coast" scenderà in piazza domenica 2 ottobre per sostenere le ragioni del NO al referendum costituzionale del prossimo 4 dicembre.
Gli attivisti di Castrovillari vi aspettano presso il banchetto allestito in via Roma angolo Corso Garibaldi dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 17:00 alle 21:00, per sensibilizzare ed informare sulle ragioni a sostegno del NO al quesito referendario.
Le ragioni del no a questa schiforma firmata Renzi, Verdini, Boschi sono evidenti, come evidenti sono le complicazioni che ne deriveranno.
Lo scempio che si vuole perpetrare sulla nostra costituzione scritta con cognizione di causa e lungimiranza dai nostri padri costituenti.
Questa schiforma non elimina il Senato ma soltanto la possibilità di e leggerlo, non elimina il bicameralismo ma lo complica facendo nascere 12 tipi diversi di approvazione di una legge , non abbatte i costi della politica dal momento che la Corte dei Conti ha ridimensionato il presunto risparmio in soli 50 milioni di euro, e tante altre critiche ti sono arrivate direttamente dai studiosi di diritto costituzionale che fanno di questa riforma uno scempio da evitare assolutamente.
Vi aspettiamo numerosi al banchetto del 2 ottobre, altre iniziative ed eventi seguiranno nelle prossime settimane fino alla data del referendum e di questo vi terremo aggiornati sul nostro sito web www castrovillari5stelle it e sulla nostra pagina Facebook CastrovillariM5S

mercoledì 28 settembre 2016

Assalto alla ferrovia, invito a partecipare per difendere la mobilità della fascia ionica

Martedi 30 settembre si svolgerà la manifestazione “PRENDIAMO IL TRENO – Vertenza Ferrovia Ionica. Mobilitazione popolare 30 settembre 2016” indetta dalla FIBC - Rete delle Associazioni per la Ferrovia Ionica Bene Comune. Lo afferma in una nota il Prof.Domenico Gattuso (Presidente CIUFER).
Il meetup Castrovillari a 5 Stelle invita a partecipare all' "Assalto del treno" dalla stazione di Sibari, poichè la questione mobilità è molto sentita. Infatti è stato un tema della passata campagna elettorale ed è sotto gli occhi di tutti il forte disagio che ha Castrovillari, basti pensare al "collegamento" con l'aereoporto di Lamezia Terme.

Inoltre, con inizio alle ore 18:30, nel salone di Confindustria Reggio Calabria (Via Torrione, 96) si svolgerà una Conferenza dove sarà illustrato il documento di base della vertenza, ovvero un DOSSIER TECNICO dal titolo “SERVIZI DI TRASPORTO FERROVIARIO IN CALABRIA. PROPOSTE DI SVILUPPO PER LA FASCIA IONICA”, indirizzato alle autorità di governo.

Modalità operative:
- Si sceglie la carovana e si verifica l’orario di A e di R, ciascuno nelle stazioni intermedie; si viaggia insieme riempendo il treno man mano che avanza fino al limite di capacità, muniti di biglietto A/R. Se il treno risulta troppo pieno, al punto che molta gente rimane in piedi, si chiede al capotreno di garantire le condizioni di sicurezza (marcia a velocità ridotta); se l’affollamento supera certi limiti conviene non salire a bordo, ci si ferma in stazione e si organizza dibattito in sito lato-strada (si richiederà dopo il rimborso del biglietto).
-Evitiamo di portare striscioni, bandiere o oggetti che possano essere considerati pericolosi; si possono usare manifestini formato A4 o A3. (v.Manifesto e volantini).
-Si consiglia di vestire in modo sobrio e sportivo, tipici da pendolari (evitare tacchi a spillo); dotarsi di bottigliette di acqua e di eventuali cappellini proteggi sole (speriamo che il 30 settembre non sia una giornata di pioggia).
-Evitare eventuali provocazioni da qualunque parte possano venire e stare in gruppo, muovendosi piano e serenamente, seguendo i capigruppo che individueremo. Se ci sono ragazzini, prestare attenzione particolare. Dev’essere una giornata gaia e leggera, di socializzazione fra noi e i viaggiatori ordinari.

Numerosi nostri sindaci hanno aderito alla manifestazione. Abbiamo chiesto loro di salire a bordo con la fascia tricolore e con i consiglieri comunali; qualora non riescano per ragioni di sovraffollamento, si fermeranno in stazione per un dibattito all’aperto.

Quale limite di presenza a bordo si fa riferimento allo standard di 4 persone/mq. Ma più semplicemente verifichiamo che su una vettura non ci siano più di 20 persone in piedi. Non conviene andare oltre e vogliamo evitare situazioni di malessere. NOTA BENE: chi non trova posto in vettura si ferma in stazione (con i propri sindaci se ci sono) e si fa un sit-in locale.

Avvertiremo Trenitalia in anticipo rispetto al 30 settembre circa la prevista presenza massiccia di utenti. Trenitalia dovrebbe a rigore prevedere un parco rotabile più robusto (treni lunghi).

Comunicheremo alle Forze dell’ordine l’iniziativa; in particolare alle Questure e alla Digos di Reggio, Catanzaro, Crotone e Cosenza; ma anche alla Polfer, allegando il manifesto e i volantini. E specificando che all’iniziativa aderiscono numerosi amministratori della fascia ionica. La nostra forza sta nelle cose giuste che diciamo, nei valori di giustizia e solidarietà sociale di cui siamo portatori, nella mobilitazione pacifica. Non si sono mai verificati atti vandalici o perturbazioni in precedenti occasioni. Facciamo in modo che sia così anche questa volta. Chiediamo responsabilità e senso civico a tutti.

L’iniziativa vede un crescente interesse non solo tra i pendolari, ma anche tra i cittadini calabresi, ormai consapevoli che la regione rischia l’isolamento. Si registra un attivo coinvolgimento dei sindaci e dei consiglieri comunali dell’intera fascia ionica, del mondo delle associazioni e delle rappresentanze sociali, degli attori economici. L’iniziativa presso la sede di Confindustria si propone come un momento di sensibilizzazione della popolazione calabrese per la pacifica rivendicazione del proprio diritto alla mobilità e tende ad attirare l’attenzione delle istituzioni dei governi regionale e nazionale sul problema del rilancio della ferrovia ionica attraverso investimenti e servizi di qualità.

Italia 5 stelle, il nostro meetup presente


L'edizione 2016 di Italia 5 Stelle, tenutasi a Palermo il 24 e 25 settembre, si è conclusa. Il meetup Castrovillari a 5 Stelle ha partecipato all'evento sia con gli attivisti D'Agostino, Delle Cave, Napoletano e Cirone; sia con semplici simpatizzanti del nostro hinterland. E' stata una due giorni piena di contenuti e proposte, ma anche di divertimento e relax. Siamo tornati con un bagaglio di informazioni e di spunti tutti da dedicare al miglioramento delle condizioni di Castrovillari. Infatti si è parlato nelle agorà (coadiuvati dagli interventi del pubblico) con i Portavoce in Parlamento in modo approfondito e specifico delle 5 stelle del programma del MoVimento: Ambiente, Connettività, Trasporti, Sviluppo, Acqua! 
Ma il tema principale dell'evento è stato "Il Governo ai Cittadini", grazie all'eredità di Gianroberto Casaleggio: il sistema operativo Rousseau! Oggi, grazie a Rousseau, il nostro sistema operativo unico al mondo, gli iscritti certificati potranno partecipare alla scrittura di leggi, votare per la scelta delle liste elettorali e dirimere posizioni all'interno del M5S. Questo significa Democrazia Diretta!
Il meetup ha preso contatti sia con i Portavoce calabresi, sia con i Portavoce più conosciuti a livello mediatico; per organizzare un convegno nel mese di novembre sul referendum costituzionale, che si terrà il 4 dicembre. Un convegno per spiegare le ragioni del No di questa "schiforma"! Sono ovviamente invitati a partecipare e ad aiutare la buona riuscita del convegno i comitati del No. Per contattarci castrovillari5stelle@gmail.com.
Il vento del cambiamento ha iniziato a soffiare. E spinge i palloncini colorati tutti nella stessa direzione.
Quei palloncini siamo noi. Siete voi.
Siamo partiti dal futuro e andiamo verso la realtà!

Tutte le foto le trovate sulla nostra pagina Facebook Castrovillari a 5 stelle

lunedì 26 settembre 2016

Si vota il 4 dicembre, in piazza per spiegare le ragioni del NO


Il Consiglio dei Ministri questo pomeriggio ha fissato la data per il referendum costituzionale, sarà il 4 dicembre il giorno scelto per le urne, nelle quali gli italiani saranno chiamati a decidere il merito alla schiforma Renzi-Boschi-Verdini.
Una riforma che lo ribadiamo fortemente non ha niente a che vedere con quello che uscirà scritto nel testo del quesito  referendario.
Il nostro Meetup sarà impegnato in questi 70 giorni, in banchetti di piazza per spiegare le ragioni del no,
No ad un Senato di nominati,
No ad una deriva autoritaria del governo,
No all'immunità parlamentare per i consiglieri regionali destinati al Senato,
No ad una snaturazione della nostra Carta Costituzionale.
No ad una riforma scritta con i piedi, che causerà confusione e problemi, basti prendere a modello l'articolo 70 della Costituzione che passerà da solo 9 parole a righe e righe incomprensibili persino da chi insegna Diritto costituzionale da una vita, moltiplicando le modalità di approvazione di una legge e paralizzando di fatto l'attività legislativa .
Vi terremo aggiornati sulle nostre attività in piazza e sugli eventi che organizzeremo nei prossimi 70 giorni.

venerdì 2 settembre 2016

Il meetup "Castrovillari a 5 stelle" domenica in piazza per dire NO al Referendum Costituzionale



Sull'onda dell'entusiasmo, dovuta al recente tour "Costituzione Coast to Coast" dell'on. Di Battista in Calabria, il meetup "Castrovillari a 5 Stelle" è pronto a scendere in piazza, in via Roma domenica 4 settembre dalle ore 19 alle ore 22, per ribadire con forza le ragioni del NO al prossimo Referendum Costituzionale. Mancano ormai pochi mesi all'apertura delle urne ed è estremamente importante, per il Movimento 5 Stelle, così come per molti costituzionalisti, da Lorenza Carlassarre a Gustavo Zagrebelsky, far capire quali siano i reali pericoli delle riforme del governo Renzi, il quale, insieme ai diversi comitati per il si, arricchisce i discorsi di menzogne e slogan per alimentare la paura dei cittadini. Gli attivisti di Castrovillari vi aspettano per discutere, nel merito, le riforme, al fine di creare, nella mente dei cittadini, un'idea e/o semplicemente confrontarsi con essi.

giovedì 1 settembre 2016

Il Movimento 5 Stelle a sostegno dell'ex dipendente Ferloc Rosario Rummolo



Tiene banco a Castrovillari, dal lontano 2 marzo 2015, il caso relativo al licenziamento del lavoratore Rosario Rummolo da parte di Ferloc, azienda che opera nel settore del trasporto pubblico locale e del noleggio di autobus,  accusato di ricoprire la funzione di rappresentante sindacale (RSA USB). Situazione complessa e drammatica che, a distanza di un anno e mezzo, non ha avuto alcuno sviluppo. Diversi i tentativi da parte di Rosario, come si apprende dal comunicato stampa che egli stesso ha diramato lo scorso ventiquattro agosto, di chiarire la sua posizione e i suoi diritti, sia con l'amministrazione locale, sia con la regione Calabria, chiedendo come sia possibile che un vincitore di una selezione pubblica possa esser spostato in una società completamente privata, attraverso una legge regionale su cui grava un giudizio di incostituzionalità da parte della Corte Costituzionale. Istituzioni racchiuse nel silenzio, nell'indifferenza e nelle promesse non rispettate. L'epilogo peggiore si può ricostruire nella riunione congiunta di regione e comune, il 4 marzo del corrente anno, all'Università della Calabria, dove lo stesso Rosario, con i suoi legali, è stato invitato al silenzio mediatico, in cambio di una risoluzione mai avvenuta. Silenzio durato sino allo scorso 30 agosto, giorno in cui lo stesso lavoratore ha deciso di incatenarsi in una zona adiacente all'autostazione di Castrovillari, con l'intento di rompere questo stato di indifferenza da parte delle istituzioni. Ad interessarsi di lui, a seguito di alcune segnalazioni da parte di cittadini, è stato il senatore del Movimento 5 Stelle Nicola Morra, sulla cui vicenda ha espresso la volontà di richiedere un'interrogazione parlamentare, già dal prossimo 13 settembre, giorno di riapertura del Parlamento dopo la sosta estiva. Il meetup "Castrovillari a 5 Stelle", in stretto collegamento con il senatore, al quale comunicheranno i risvolti della vicenda, confida nella piena operatività del Movimento 5 Stelle e si stringe attorno a Rosario in segno di solidarietà, con la speranza che lo stesso, dopo così tanto tempo, possa veder rivendicati i propri diritti.